lunedì 13 marzo 2017

NIENTE E' CIO' CHE SEMBRA


La forma del corpo fisico non ha nulla a che vedere con l'interiorità. Il corpo rispecchia il mondo esterno. Gli arti, ad esempio, sono il risultato derivante dal bisogno dell'uomo, così come anche degli animali, di interagire con la forza di gravità, così come la pelle interagisce con quei fattori esterni, quali: freddo, pioggia, sole, batteri, urti e via dicendo.

sabato 17 ottobre 2015

CARPE DIEM





Perchè la gente evita la verità? La verità di questo mondo è troppo spesso spiacevole e dolorosa e all'uomo non piace il malessere; egli vuole godere adesso. 

sabato 10 ottobre 2015

COME GLI ARCONTI CI DIVORANO



Proverò a parlare di un punto assai determinante in tutta questa vicenda definita esistenza. Partiamo dal presupposto che oltre alla realtà così com'è e quindi alla "Matrix", esiste un'intricata rete di meccanismi energetici che permettono alla realtà di esistere e quindi al "mondo" di realizzarsi. Ma se ci guardiamo attorno cosa vediamo? Quello che vediamo è il risultato di millenni di pressioni da parte di certe entità o se vogliamo, aspetti del sè, presenti nel miscuglio, che spingono la razza umana verso un'esistenza piena di dinamiche di natura compulsiva, alterate da forze che spingono la psiche verso determinate frequenze e malori energetici.

lunedì 6 luglio 2015

MAI NATI



E' la paura di cambiare a fregare l'uomo. Dobbiamo comprendere che egli è ancorato al suo modo di essere e pensare così come un feto è attaccato al suo utero. Quest'uomo incubato all'interno di questo grembo artificiale, cresce e si nutre di tutto ciò che il suo cordone ombelicale in gomma scura gli passa, e vive dei pensieri della "madre" e delle sue emozioni. Poi queste si incidono sul suo inconscio così come avveniva per i dischi in vinile. Tutte le informazioni impresse riconcepiranno la natura del suo sè, riscriveranno il suo dna.

venerdì 19 giugno 2015

LA GRANDE TRAPPOLA DEL BENESSERE SPIRITUALE



Voglio dire la mia a riguardo delle discipline oggi alimentate dal progetto Lucis (Lucifer) Trust, comunemente conosciuto come: "Nuova Religione Mondiale" (multivariegata) o "New Age" (Nuova Era). Multivariegata perchè dovrà riassorbire ogni forma di spiritualità come a livello politico si assorbono tutti i continenti in un unico Ordine Mondiale. L'archetipo è il medesimo. Il fine pure, ed è il controllo della mente.
Il progetto nel suo insieme è molto complesso ma non è difficile individuare il fine di tutto questo gioco super articolato. Lo scopo principale della New Age è quello di anestetizzare il Sè più elevato trasportando, o dovrei dire, attraendo, chi è interessato alla spiritualità e quindi includo anche i neofiti rispetto a questo campo.

venerdì 15 maggio 2015

I PENSIERI RIFLETTONO CIO' CHE LA COSCIENZA OSSERVA



I nostri pensieri sono di diverso tipo, di diversa matrice vibrazionale. Alcuni pensieri sono puramente mentali, perchè la nostra attenzione è focalizzata sulla mente. Questi pensieri sono tra i più pericolosi perchè scaturiscono da una dipendenza da soddisfazioni di tipo cerebrale, legate a questa forma di masturbazione psichica ma sopratutto perchè l'inconscio approfitta dei nostri processi mentali per renderci ripetitivi, abitudinari, meccanici e per certi versi, assenti. Questi meccanismi si contrappongono alla scorrevole intuizione di una mente non abitudinaria, non ripetitiva e non schiava di dipendenze da rimuginamento o meccanicità. Altri pensieri sono di origine sessuale perchè la nostra attenzione è focalizzata su quella parte di noi. Altri paurosi perchè la nostra attenzione è focalizzata su quella zona adibita a comunicare paura. Altri pensieri sono amorevoli e saggi perchè comprendono sia intelletto che sensibilità e in quel caso siamo focalizzati sul cuore, il cuore da solo non costruisce paure, non a caso è associato al coraggio e alla generosità e cos'è la generosità d'animo se non il dare senza timori? Detto questo voglio prendere in considerazione queste differenze e cercare di capire se rappresentano un punto importante e se possono quindi darci una mano ad autosservarci con maggiore attenzione.

martedì 31 marzo 2015

L'IMPORTANZA DELLA CREATIVITA'



Dal mio punto di vista, reputo fondamentale l’aspetto della creatività, non soltanto perché pratico il disegno astratto da 20 anni, ma per l’importanza del ruolo che questo aspetto ricopre nel funzionamento del cervello in senso più completo e nello svolgimento dell’esistenza.
Ritengo che sviluppare l’immaginazione dia modo al cervello di costruire uno spazio visivo, composto più da forme che da concetti, e  permetta l’assemblaggio e la compartizione dei pensieri anche in base al senso intrinseco, alla forma, alla sostanza stessa che essi rappresentano.